Condividi

La mixomatosi del coniglio - Sintomi, cura e vaccino

 
Di Cecilia Natale, Traduttrice e copywriter di AnimalPedia. Aggiornato: 30 agosto 2018
La mixomatosi del coniglio - Sintomi, cura e vaccino

Vedi schede di Conigli

Oggigiorno i conigli considerati sono degli animali da compagnia eccezionali e sempre più persone decidono di prenderne uno. Come accade con qualsiasi animale domestico, tra il padrone e il coniglio nasce un legame speciale molto forte. Purtroppo, però, l'animale può ammalarsi e il compito di curarlo e assumersene la responsabilità spetta a te. Ricorda che qualsiasi essere vivente sta bene solo quando tutti i suoi bisogni fisici, psicologici e sociali sono rispettati.

In questo articolo di AnimalPedia ti parleremo della mixomatosi del coniglio, sintomi, cura e vaccino per prevenire una malattia che può causare la morte del coniglio infetto.

Potrebbe interessarti anche: FIV del gatto - Contagio, sintomi e cura

Mixomatosi dei conigli

La mixomatosi è una malattia virale e infettiva causata dal virus mixoma, appartenente al genere leporipoxvirus, che può colpire sia i conigli domestici che i conigli selvatici. Se l'animale non reagisce alla malattia muore in 13 giorni circa.

Si tratta di una malattia dei conigli che causa tumori nei tessuti connettivi, ovvero i tessuti che fungono da supporto, unione e protezione di altre strutture dell'organismo, che si manifestano come tumefazioni nella pelle e nelle membrane mucose (edemi dei genitali o sulla testa). Il contagio può avvenire per diffusione diretta tramite la puntura di insetti artropodi che si cibano di sangue (come zanzare, pulci, ecc.) o in maniera indiretta entrando a contatto con strumenti o gabbie infette o persone che hanno toccato un coniglio infetto.

È importante sottolineare che non esiste una cura efficace per eliminare il virus, per cui è fondamentale far fare al coniglio il vaccino per la mixomatosi per prevenire la malattia.

Mixomatosi del coniglio: sintomi

I sintomi della mixomatosi nei conigli dipendono sia dal ceppo virale che ha causato l'infezione che dalla sensibilità del coniglio rispetto ad essa. Esistono diversi gruppi di sintomi a seconda della forma nella quale si manifesta la malattia:

  • Forma iperacuta: la malattia avanza molto rapidamente causando la morte del coniglio 7 giorni dopo l'infezione e 48 ore dopo la comparsa dei primi sintomi. Causa letargia, infiammazione delle palpebre, perdita dell'appetito e febbre.
  • Forma acuta: dà origine a dei fluidi sottopelle, per cui si osserva gonfiore degli occhi, infiammazione di testa, viso e orecchie, che può portare a un'otite interna. Può portare alla cecità in 24 ore perché avanza molto rapidamente, tanto che il coniglio può morire per emorragie e convulsioni in soli 10 giorni.
  • Forma cronica: non è molto frequente ma si ha nella maggior parte dei conigli che sopravvivono alla forma acuta. È caratterizzata da secrezioni oculari dense, noduli della pelle e infiammazione alla base delle orecchie. Può essere accompagnata anche da sintomi respiratori, come difficoltà a respirare, e l'animale può morire in sole due settimane. Gli esemplari che sopravvivono, invece, sono capaci di eliminare il virus in 30 giorni.

Se sospetti che il coniglio soffra di mixomatosi, portalo urgentemente dal veterinario perché si tratta di una malattia molto pericolosa.

La mixomatosi del coniglio - Sintomi, cura e vaccino - Mixomatosi del coniglio: sintomi

Cura della mixomatosi del coniglio

Purtroppo, se questa malattia dei conigli ha colpito il tuo animale domestico non c'è nulla da fare dal punto di vista delle cure perché non esiste ancora un trattamento farmacologico per combattere questa malattia. Per questo motivo sarà necessario iniziare un trattamento sintomatico per alleviare le sofferenze dell'animale.

La cura del coniglio con mixomatosi viene realizzata con la somministrazione di fluidi per evitare disidratazione e la morte per la fame (perché quasi sempre un coniglio con mixomatosi si rifiuta di mangiare), antinfiammatori non steroidei per controllare il dolore e antibiotici per evitare complicanze e combattere le infezioni secondarie causate dalla malattia. Ricorda che il veterinario è l'unica persona che può prescrivere un trattamento adeguato al coniglio dopo aver effettuato la diagnosi.

La mixomatosi del coniglio - Sintomi, cura e vaccino - Cura della mixomatosi del coniglio

Vaccino per la mixomatosi per il coniglio

Dato che non esiste una cura per questa malattia, la prevenzione è fondamentale. per questo motivo il vaccino contro mixomatosi è assolutamente necessario dato che si tratta di una malattia altamente mortale. Il primo vaccino viene somministrato quando il coniglio ha 2 mesi e man mano vengono fatti i richiami due volte all'anno, dato che l'immunità data dal vaccino dura solo 6 mesi.

Se ti stai chiedendo se la mixomatosi si trasmette all'uomo, la risposta è no. Se vuoi conoscere altre curiosità sui conigli, ti consigliamo di consultare i seguenti articoli:

La mixomatosi del coniglio - Sintomi, cura e vaccino - Vaccino per la mixomatosi per il coniglio

Questo articolo è puramente informativo, da AnimalPedia non abbiamo la facoltà di prescrivere trattamenti veterinari né realizzare alcun tipo di diagnosi. Ti invitiamo a portare il tuo animale domestico dal veterinario nel caso in cui presenti qualsiasi tipo di malessere o fastidio.

Se desideri leggere altri articoli simili a La mixomatosi del coniglio - Sintomi, cura e vaccino, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Malattie infettive.

Scrivi un commento su La mixomatosi del coniglio - Sintomi, cura e vaccino

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?

La mixomatosi del coniglio - Sintomi, cura e vaccino
1 di 4
La mixomatosi del coniglio - Sintomi, cura e vaccino

Torna su