Condividi

Alimenti ipoallergenici per gatti

 
Lorena Bonioni
Traduttrice e copywriter junior di AnimalPedia
Alimenti ipoallergenici per gatti

Vedi schede di Gatti

Sicuramente ti starai chiedendo che cos'è una dieta ipoallergenica per il gatto o in quale circostanza il tuo gatto potrebbe aver bisogno di un'alimentazione ipoallergenica. Come gli esseri umani, anche il resto dei mammiferi può soffrire di allergie relazionate con l'ambiente circostante (come polvere o polline) o legate al consumo di certi alimenti.

Per questo noi di Animalpedia ti suggeriamo di continuare a leggere questo articolo per sapere quali sono i migliori alimenti ipoallergenici per gatti e scoprire se ti sei imbattuto in un'allergia alimentare del gatto. Un'adeguata alimentazione è ciò che di più importante puoi offrire al tuo amico felino per mantenerlo sano e felice, e contribuire così al suo pieno sviluppo.

Potrebbe interessarti anche: Alimenti ricchi di taurina per gatti

Il mio gatto ha un'intolleranza alimentare?

Alcuni animali possono sviluppare reazioni allergiche a certi alimenti, ed il gatto è uno di questi. Quando soffre di un'allergia alimentare succede che il suo organismo genera anticorpi per proteggersi da un agente patogeno presente nel cibo che ingerisce. Tutto ciò causa sintomi tipici di allergia.

L'allergia alimentare può manifestarsi a partire dai due anni d'età anche con il mangime abituale che solitamente consuma. Se osservi che il tuo gatto si gratta molto, ha diarrea e vomito, comincia a perdere il pelo e sviluppa dermatite della pelle, è molto facile che si tratti di allergia a quello che ingerisce. Circa il 30% dei felini arriva a soffrire di questo disturbo. Quando succede, per verificare che si tratti del mangime e non di un altro fattore, è necessario implementare la sua dieta con alimenti ipoallergenici per gatti.

Alimenti ipoallergenici per gatti - Il mio gatto ha un'intolleranza alimentare?

Cos'è la dieta ipoallergenica per il gatto?

La dieta ipoallergenica deriva da un regime alimentare che riduce le possibilità che il gatto soffra una reazione allergica a quello che mangia, grazie all'eliminazione dalla dieta di cibi istaminici o di alimenti specifici che scatenano questo tipo di problemi nei felini. L'istamina è una sostanza che il nostro organismo produce in risposta ad un allergene, serve quindi ad avvisare che è presente qualcosa di estraneo e potenzialmente pericoloso.

L'idea è di proporre al gatto nutrimenti che hanno una bassa percentuale di istamina e quindi bassa possibilità di reazioni allergiche. Ciò è possibile grazie ad una dieta di eliminazione che appunto "elimina" i cibi che contengono e quindi rilasciano istamina nel corpo. È molto comune che alimenti abitualmente usati per la produzione di mangime industriale - come il grano, la soia, il mais, il latte e anche alcuni tipi di proteina animale come la carne di bovino - possano provocare allergie nei gatti: vanno dunque esclusi.

Quali sono gli alimenti ricchi di istamina?

Ci sono prodotti che contengono istamina e prodotti che, una volta ingeriti, inducono il nostro corpo a produrla. Negli alimenti la formazione di istamina avviene nei casi in cui i prodotti sono sottoposti a stagionatura, fermentazione o prolungata conservazione. Parliamo quindi, per quanto riguarda l'alimentazione dei gatti, di formaggi, salume, frutti di mare e pesce. Il pesce in scatola come tonno, sgombro e sardine, è quello più pericoloso.

Se a volte vi capita di cucinare per il vostro gatto e nel piatto è presente anche l'uovo, ricordatevi che l'albume è una di quelle sostanze che non contiene istamina ma che induce il corpo a produrla una volta ingerita. Noi di AnimalPedia proviamo spesso a cucinare per i nostri animali domestici, e qui in questo articolo puoi trovare 3 ricette facili e deliziose di torte per gatti (che contengono anche uova).

Ci teniamo a precisare che queste sostanze che contengono o innescano la produzione di istamina non sono dannose di per sé, ma bisogna fare attenzione - se sospettiamo che il gatto sviluppa una forma di allergia alimentare - poiché potrebbero esserne la causa. Magari è successo che il mangime a base di pesce che gli abbiamo offerto era stato mal conservato e lasciato molte ore al sole, l'istamina già presente ha proliferato e quindi il nostro gatto ha sviluppato un'intolleranza a questo alimento.

Alimenti ipoallergenici per gatti - Cos'è la dieta ipoallergenica per il gatto?

Cos'è la dieta di eliminazione?

La dieta di eliminazione è l'unica formula per diagnosticare una possibile allergia alimentare del gatto. Secondo i risultati possiamo capire se il problema risiede nel mangime, se si deve optare per una dieta ipoallergenica o se dobbiamo continuare a ricercare la causa del malessere.

Questa dieta consiste nel sospendere il cibo che il gatto stava mangiando fino a quel momento e dare invece all'animale un alimento per volta per capire qual'è quello che gli provoca allergia. Per farlo dovrai seguire questi consigli:

  • La prova di ogni ingrediente deve durare una settimana per scartare qualsiasi reazione, anche se è probabile che i sintomi si manifestino in poche ore.
  • Mentre si realizza questa prova, si devono evitare i complementi vitaminici e che il gatto esca all'esterno, per essere sicuri di individuare la radice del problema.
  • Si racccomanda iniziare con carne di vitello e di variare successivamente gli ingredienti seguendo la tabella della composizione del mangime riportata sulla confezione. È comprovato che è il metodo più rapido.
  • Per confermare che i sintomi cono provocati da quello specifico alimento, si consiglia per sette giorni di tornare a offrire all'animale il solito mangime. Se si manifestano ancora i sintomi di allergia alimentare nel gatto, abbiamo finalmente la conferma, dobbiamo sospendere il consumo di quel cibo e tornare alla dieta di eliminazione.
  • Si raccomanda un periodo di otto settimane per disintossicare completamente l'organismo.

Dovrebbero già essere visibili i miglioramenti tra la prima e la terza settimana. Se durante questo periodo non si osserva nessuna evoluzione, non si tratta di intolleranza alimentare del gatto, perciò portalo subito dal veterinario.

Se invece abbiamo individuato il problema, restano due opzioni: cercare un mangime industriale che non contenga l'ingrediente oppure elaborare un tuo menù fatto in casa, preparando quindi una dieta casalinga a base di alimenti ipoallergenici per gatti.

Alimenti ipoallergenici per gatti - Cos'è la dieta di eliminazione?

Opzioni sugli alimenti ipoallergenici per gatti

Molte marche di mangimi industriali per gatti offrono opzioni ipoallergeniche elaborate con proteine idrolizzate, in modo da ridurre il rischio di manifestazioni allergiche.

Dovresti fare una ricerca per capire quali sono le opzioni disponibili nel mercato del tuo paese e assicurarti che il mangime in questione non contenga l'ingrediente a cui il tuo gatto è allergico. Senza dubbio circa con il 30% dei felini non si ottiene il risultato sperato utilizzando alimenti ipoallergenici industriali. Per questo dovresti ricorrere alla seconda opzione: la dieta fatta in casa.

Alimenti ipoallergenici per gatti - Opzioni sugli alimenti ipoallergenici per gatti

Dieta ipoallergenica per gatti fatta in casa

Alimentare il tuo amico felino con cibo cucinato da te può sembrare complicato, ma in realtà è solo questione di conoscere quali sono i gruppi nutritivi necessari. Ovviamente dovrai eliminare gli ingredienti che hai scoperto provocano una reazione allergica nel gatto.

Alla base della dieta raccomandiamo di utilizzare pesce, carne di vitello, pollo e tacchino perché deve nutrirsi principalmente di proteine, essendo il gatto un animale carnivoro. A ciò aggiungerai piccole porzioni di riso e alcune verdure, olio di salmone e taurina. Se ancora non conosci le verdure più adatte ai nostri amici felini, non perderti il nostro articolo di AnimalPedia!

Dovrai inoltre tenere presente che tutto quello che cucinerai dovrà essere bollito in acqua. Il nostro gatto digerisce gli alimenti in modo diverso da noi e per questo è bene offrirgli cibi preparati senza olio o spezie, o altri prodotti tipici della nostra cucina. Ricorda che la dieta più naturale sarà, meglio è. Cerca anche di variare il più possibile gli ingredienti perché l'animale abbia un'alimentazione completa e bilanciata. Per qualsiasi dubbio, consulta sempre il veterinario.

Per avere una base da cui partire, abbiamo preparato per te un video per elaborare deliziosi muffin al salmone per gatti ed un articolo su tre ricette di bocconcini per gatti fatte in casa semplici e veloci. Facci sapere nei commenti se al tuo gattino sono piaciute!

Alimenti ipoallergenici per gatti - Dieta ipoallergenica per gatti fatta in casa

Se desideri leggere altri articoli simili a Alimenti ipoallergenici per gatti, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Problemi di alimentazione.

Scrivi un commento su Alimenti ipoallergenici per gatti

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?

Alimenti ipoallergenici per gatti
1 di 6
Alimenti ipoallergenici per gatti

Torna su