Condividi

La gastroenterite nei cani - Cause, sintomi e cura

Di Lorena Bonioni, Traduttrice e copywriter junior di AnimalPedia. Aggiornato: 5 dicembre 2018
La gastroenterite nei cani - Cause, sintomi e cura

Vedi schede di Cani

La gastroenterite è una malattia molto comune anche per gli esseri umani, quindi il meccanismo di azione è abbastanza conosciuto. I cani, così come gli esseri umani, possono soffrire la stessa condizione, ma le cause a volte non sono facili da individuare.

Non è raro che il cane vomiti, ma se lo fa in continuazione devi sapere come agire per evitare la disidratazione. In questo articolo di AnimalPedia, ti parleremo della gastroenterite nei cani, le cause i sintomi e la cura per aiutare il tuo amico a quattro zampe a guarire da questa fastidiosa infezione.

Potrebbe interessarti anche: Gastroenterite nel gatto: rimedi naturali

Cos'è la gastroenterite nei cani?

Quando parliamo di gastroenterite - conosciuta anche come infezione gastrointestinale - facciamo riferimento all'infiammazione della membrana interna del tratto gastrointestinale, ovvero all'intestino tenue o allo stomaco. La mucosa gastrica e la mucosa intestinale sono le più colpite dalla gastroenterite, che può essere di forma acuta, persistente o cronica. La gastroenterite colpisce frequentemente i cuccioli soprattutto dallo svezzamento fino a sei mesi di vita.

Enterite cane

Quando parliamo di enterite del cane, invece, ci riferiamo in particolare solo alla parte di intestino tenue del tratto gastrointestinale. In questi casi, l'infezione insorge quasi sempre per aver bevuto liquidi contaminati da batteri. Se la parte infetta è all'inizio dell'intestino tenue, ovvero vicino allo stomaco, o alla fine dell'intestino tenue, ovvero vicino all'intestino crasso, è facile che si espanda e raggiunga anche una delle altre due parti dell'apparato digerente.

Gastroenterite emorragica cane (HGE)

Quando infine parliamo di gastroenterite emorragica del cane (HGE), consideriamo l'infezione del tratto gastrointestinale quando causa anche la comparsa di sangue nel vomito e/o nelle feci dell'animale. Spesso questa infezione è causata da una malattia di origine alimentare. I cani più a rischio sono i cuccioli fra i 30 giorni e i 6 mesi di vita e i cani non vaccinati.

Gastroenterite virale cane

La gastroenterite virale del cane non è altro che la parvovirosi canina, una patologia virale molto resistente che attacca soprattutto i cuccioli di cane. Purtroppo questa malattia è altamente contagiosa e letale, infatti potrebbe causare la morte del cane. Oltre alla parvovirosi, tra le infezioni virali che possono causare vomito e diarrea c'è anche il cimurro nei cani, ma se nel primo caso si tratta di un vero e proprio virus intestinale del cane, nel secondo caso invece vomito e diarrea nel cane sono dovuti a un virus che si trasmette via aerea o per contatto con i fluidi di un animale infetto. Se nel primo caso ci sono possibilità di sopravvivenza, nel secondo la gastroenterite del cane porterà alla morte.

In uno qualsiasi di questi casi, è necessario rivolgersi al veterinario perché siamo di fronte ad una malattia grave potenzialmente fatale per il nostro amico a quattro zampe. In generale possono causare vomito e diarrea nel cane, ma ci sono anche altri sintomi che possono aiutarci a individuare la malattia. Scopriamo quali.

La gastroenterite nei cani - Cause, sintomi e cura - Cos'è la gastroenterite nei cani?

Cause della gastroenterite nei cani

Le mucose dell'apparato digerente possono essere alterate per diversi motivi. In generale sono agenti patogeni, ossia infettivi, con cui il cane è entrato in contatto in seguito all'ingerimento di cibi o bevante contaminate, oppure alla vicinanza con altri cani infetti o anche perché punti da insetti portatori di questa malattia.

Le principali cause della gastroenterite nei cani sono:

  • Infezioni virali (ad esempio: parvovirus, cimurro canino);
  • Infezioni causate da funghi (ad esempio: Aspergillus, Penicillium, Fusarium);
  • Infezioni batteriche (ad esempio: Campylobacter, Salmonella, E. coli, clostridi);
  • Parassiti (ad esempio: Nematodi, anchilostomi, Tenia, Tricocefali, Coccidia);
  • Ingestione di alimenti in cattivo stato;
  • Ingestione di piante tossiche;
  • Ingestione di acqua contaminata;
  • Contatto con cani malati;
  • Situazione di stress che si protrae a lungo;
  • Reazione a un principio attivo;
  • Puntura di insetti portatori.

Altre cause importanti possono essere improvvisi cambiamenti nella dieta o l'ingestione di tossine alimentari che possono causare irritazione e influenzare il sistema immunitario. A volte le cause sono dovute agli allergeni contenuti negli alimenti industriali per cani. La gastroenterite inoltre può essere causata dall'ostruzione fisica di un tratto dell'intestino, ulcere o disturbi addominali.

Non sempre si conosce con esattezza la causa della gastroenterite, per cui consigliamo di prestare attenzione alla dieta del cane, evitare che mangi cibo dalla spazzatura, avanzi del tuo cibo ed escrementi, animali morti o cibo che trova per strada.

La gastroenterite nei cani - Cause, sintomi e cura - Cause della gastroenterite nei cani

Gastroenterite cane: sintomi

Qualsiasi cane può soffrire di gastroenterite, tuttavia i cuccioli, i cani anziani o quelli immunodepressi sono più predisposti a soffrirne. Vomito e diarrea nel cane sono i sintomi più comuni, ma ne esistono diversi.

Ecco i principali sintomi di gastroenterite nel cane:

  • Vomito costante con schiuma o bile (vomito di colore giallo).
  • Diarrea liquida o con feci morbide.
  • Sforzi di vomito, soprattutto dopo aver mangiato o bevuto.
  • Perdita di appetito e sete con evidente malessere fisico, e conseguente perdita di peso.
  • Disidratazione evidenziata da mucose asciutte.
  • Apatia e letargia: il cane non ha voglia di fare le attività di sempre.
  • Crampi addominali, accompagnati da grida di malessere e dolore.
  • Non vuole essere toccato nella zona addominale e posteriore.
  • Febbre (temperatura corporea elevata)
  • Tachicardia

Come sempre, consigliamo di rivolgerti allo specialista se noti uno o più di questi sintomi. Potrà fare le dovute analisi del sangue e delle feci del tuo cane e confermare o meno la patologia e il suo stadio per poter intervenire tempestivamente. Individuare la malattia è importante per procedere con le cure adeguate. Non sottovalutare il problema perché è a rischio la vita del tuo amico a quattro zampe.

La gastroenterite nei cani - Cause, sintomi e cura - Gastroenterite cane: sintomi

Sintomi della gastroenterite emorragica nel cane

Se osservi del muco o del sangue nelle feci o nel vomito del tuo animale domestico, è possibile che si tratti di uno dei sintomi della gastroenterite emorragica nel cane (detta anche parvovirosi), per cui sarà molto importante andare subito dal veterinario. Dopo un periodo di incubazione di 5 o 10 giorni circa, si iniziano a vedere i primi sintomi, ed è importante fare molta attenzione a questi sintomi iniziali dato che la morte può sopraggiungere nell’arco di soli due giorni.

Ricorda che un'emorragia è la perdita di sangue interna di carattere grave che può causare un arresto cardiaco o anche la morte dell'animale se non si interviene immediatamente. Tuttavia, se si riconosce in tempo, la gastroenterite può essere curata senza problemi e arrivare alla completa guarigione, anche se il tasso di mortalità nei cani che la contraggono è alto.

La gastroenterite nei cani - Cause, sintomi e cura - Sintomi della gastroenterite emorragica nel cane

Gastroenterite nei cuccioli

I cuccioli e i cani anziani sono sempre quelli più a rischio quando si parla di infezioni o malattie infettive che causano, tra gli altri sintomi, la gastroenterite nel cane. Ovviamente, anche qualsiasi cane non vaccinato può facilmente contrarre una di queste patologie, per questo ricordiamo ancora una volta l'importanza della prevenzione e del calendario dei vaccini.

Per quanto riguarda il cimurro, ad esempio, è molto facile che sia contratto dai cuccioli con meno di quattro mesi di vita, se esposti al rischio. I cuccioli che invece sono ancora allattati dalla madre (sempre che sia stata vaccinata) sono protetti dall'immunità data dal latte materno. Purtroppo, come dicevamo, il cimurro è uno dei casi in cui si presenta il sintomo della gastroenterite nel cane che provoca la morte dell'animale.

Per quanto riguarda invece la parvovirosi canina, invece, è molto frequente che colpisca i cuccioli con meno di sei mesi o che non hanno ricevuto un trattamento antiparassitario. Per fortuna, se individuata per tempo, questa patologia è curabile.

Cura della gastroenterite nei cani

In generale è difficile sapere qual è la causa della gastroenterite, quindi si segue un trattamento sintomatico che aiuta ad alleviare i sintomi del cane, accelerando la guarigione. In ogni caso, ricordiamo l'importanza dell'intervento e dei consigli del veterinario.

Oltre a seguire i consigli del veterinario, quello che possiamo fare una volta che il cane è stato visitato è:

1. Digiuno

Lasciare il cane a digiuno per 24 ore: in questo modo, lo stomaco avrà il tempo di riposare dopo aver vomitato. Di certo il cane non avrà voglia di mangiare, ma se dovesse accettare il cibo, ti consigliamo comunque di tenerlo a digiuno senza fargli mai mancare l'acqua. Trascorso questo periodo, potrai reintrodurre piccole quantità di cibo per non forzare lo stomaco. Trascorsi 2 o 3 giorni noterai che ricomincerà a mangiare e a riprendersi.

2. Idratazione

Quando il cane ha la gastroenterite, perde molti liquidi e sali minerali per cui è molto importante combattere la disidratazione. Il cane deve avere sempre a disposizione acqua fresca e pulita. Puoi dargli anche bevande isotoniche diluite con un po' d'acqua: lo aiuteranno a reintegrare più in fretta i sali minerali persi. In questo articolo di AnimalPedia ti spieghiamo come fare in casa una soluzione fisiologica per il tuo cane.

3. Dieta semi liquida

Prima di dare di nuovo al cane il cibo di sempre, ti consigliamo di fargli seguire per 2-3 giorni una dieta semi liquida a base di riso bollito e pollo. Lo aiuterà a far tornare alla normalità lo stomaco. Puoi offrirgli anche cibo umido apposta per animali.

È quindi importante che l'animale sia sempre idratato e che assuma le vitamine e i sali minerali necessari a reintegrarsi, ma nella fase del vomito non deve assolutamente mangiare o non farai che aumentare lo stimolo del vomito. Solo trascorse 18-24 ore dal termine del vomito si possono somministrare piccole e leggere quantità di cibo.

La gastroenterite nei cani - Cause, sintomi e cura - Cura della gastroenterite nei cani

Rimedi casalinghi per la gastroenterite nei cani

Esistono alcuni rimedi casalinghi per la gastroenterite e l'enterite nel cane che puoi usare per aiutare il tuo animale domestico a guarire più velocemente. In ogni caso, da AnimalPedia ti consigliamo di consultare sempre il veterinario.

  • Probiotici: Si somministrano quando il cane è a digiuno e contengono batteri buoni che aiutano ad equilibrare la flora intestinale. Esistono anche dei prodotti che aiutano a ridurre e contenere la diarrea.
  • Camomilla: Puoi somministrare delle piccole quantità di camomilla al cane per calmare l'apparato digerente e alleviare l'infiammazione in atto.
  • Zucca: Aiuta a migliorare il transito intestinale e contiene fibra, per cui può essere molto buona nel caso di diarrea. Puoi unirla al riso e al pollo, anche se sarebbe meglio aspettare la fine dei fenomeni di diarrea e vomito, in particolar modo se il cane ha lo stomaco sensibile.

La gastroenterite nei cani dura circa 2-3 giorni. Fai attenzione quando tocchi il cane e i suoi oggetti personali. Ti consigliamo infatti di pulire a fondo l'ambiente in cui vive poiché in particolare il virus da parvovirosi canina è estremamente resistente e può sopravvivere mesi nell'ambiente nonostante l'uso di detergenti per pulire la casa.

È sconsigliabile in questi casi usare prodotti enzimatici per pulire il pavimento, perché l'odore e il vapore emanati dall'ammoniaca o la varechina possono far stare male il cane o fargli venire più voglia di fare pipì.

Per evitare il contagio di altri cani è anche opportuno isolare gli animali "infetti".

La gastroenterite nei cani - Cause, sintomi e cura - Rimedi casalinghi per la gastroenterite nei cani

Quando andare dal veterinario?

Se pensi che il tuo cane sia affetto da gastrointerite, portalo immediatamente dal veterinario per evitare che la situazione peggiori:

  • Se il tuo cane è un cucciolo, la gastroenterite può essere pericolosa. Ti consigliamo di portarlo subito dal veterinario per evitare la disidratazione.
  • Se noti del sangue nel vomito o nelle feci del cane vuol dire che la condizione sta peggiorando.
  • Se il vomito va avanti per più di due giorni e non osservi miglioramenti, il veterinario probabilmente somministrerà degli antiemetici al cane per inibire il vomito, per via orale o endovenosa.
  • Se il terzo o quarto giorno il cane ancora non mangia con normalità, il veterinario potrà decidere di realizzare delle analisi del sangue per identificare la causa del problema e somministrare antibiotici in caso di infezione batterica.
  • Ricorda di non somministrargli mai antibiotici anche se sono farmaci veterinari, a meno che il veterinario non ti abbia indicato dosi e modo d'uso del tuo caso specifico.

Se hai avuto la sfortuna di avere a che fare con questa infezione dell'apparato gastrointestinale del cane, scrivici la tua esperienza e facci sapere quali sono stati i rimedi che hai utilizzato e che ti ha consigliato il tuo veterinario di fiducia.

Questo articolo è puramente informativo, da AnimalPedia non abbiamo la facoltà di prescrivere trattamenti veterinari né realizzare alcun tipo di diagnosi. Ti invitiamo a portare il tuo animale domestico dal veterinario nel caso in cui presenti qualsiasi tipo di malessere o fastidio.

Se desideri leggere altri articoli simili a La gastroenterite nei cani - Cause, sintomi e cura, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Problemi intestinali.

Scrivi un commento su La gastroenterite nei cani - Cause, sintomi e cura

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?
23 commenti
Giiseppe
Cucciolo di 3 mesi pastore tedesco.
Dopo 4 giorni dal vaccino, Cora ha iniziato con diarrea e conati di vomito. Ricovero in clinica e dopo diversi accertamenti, sospettano il parpavirus.
Terapia con flebo, diverse punture di antibiotici e fermenti lattici.
Sono passati oramai 7 giorni. La cucciola ha ripreso a mangiare ma vomita. Non so più cosa fare.
Il veterinario dice di idratarla e dargli mela e omogeneizzati (che rifiuta categoricamente) mangia solo le crocchette ma che dopo vomita. Che devo fare? Non sono troppi 7 giorni senza sostanziali miglioramenti?
Francesca
Ho una femmina di pastore tedesco di circa due anni, adottata al canile a sei mesi di età. Fin da subito abbiamo lottato con problemi intestinali e diarrea con sangue. Dopo innumerevoli test, esami vari, ecografie ecc.. siamo giunti alla diagnosi definitiva solo grazie a un endoscopia. Soffre di gastroenterite e colite croniche, il che vuol dire medicine a vita, alimentazione monoproteica e piccoli cicli di cortisone e antibiotici che l accompagneranno per tutta la durata della sua vita. Purtroppo l' iter per giungere alla diagnosi è stato lungo ed estremamente costoso, se solo ci avessero consigliato prima l endoscopia, magari avremmo risolto il problema prima che si cronicizzasse. Il cane sta relativamente bene e recupera peso piano piano, ma voglio condividere questa esperienza per consigliare a chi si trova nella stessa situazione di ricorrere immediatamente all' endoscopia, l unico test in grado di riconoscere il problema in maniera certa!
Cecilia Verza (Autore/autrice di AnimalPedia)
Grazie per condividere la vostra esperienza, Francesca.
Commento molto utile per chi si dovesse trovare nella vostra stessa situazione.

Un saluto da AnimalPedia
Sua valutazione:
Paolo
Io purtroppo ho avuto a che fare con questa malattia col mio Labrador di due mesi e mezzo,come nella vostra descrizione,soprattutto per quanto riguarda i sintomi,li ho riscontrati tutti,ho aspettato un giorno e mi sono precipitato dal veterinario in quanto vedevo che la situazione era seria;dopo la visita in effetti hanno diagnosticato una gastroenterite,lo hanno ricoverato per due giorni,facendo prelevi e soprattutto flebo per idratarlo,ho dovuto dargli antibiotici e fermenti lattici per i seguenti otto giorni è una alimentazione leggera,pia piano si è ripreso ma un consiglio ,come dite voi nell’articolo non ė da sottovalutare per niente,il mio consiglio se vedete tutti sti sintomi portatelo subito dal veterinario soprattutto se il cane ė molto giovane o molto anziano. Ciao
Cecilia Verza (Autore/autrice di AnimalPedia)
Buongiorno Paolo,

Grazie per aver condiviso la tua esperienza. Effettivamente, non è assolutamente da sottovalutare! Di fronte a qualsiasi sintomo indicato nell'articolo, dovreste andare al più presto dal veterinario.

Un saluto da AnimalPedia
marcella ( bibi )
ho una maltesina di 5 anni e circa 2 volte al mese al mattino vomita succhi gastrici. Le analisi sono perfette e lei e’sempre vivace. Al mattino mangia crocchette salmone e riso la sera casalingo: coniglio,o tacchino o manzo macinato tutto cotto e verdure cotte che il cane puo’mangiare con 2 cucchiai di riso soffiato. Da circa 10 giorni su consiglio del veterinario metto nel cibo nei 2 pasti le pastiglie di renitidina,ma questa mattina l’episodio si e’nuovamente verificato. Avete qualche consiglio? Grazie
Lorena Bonioni (Autore/autrice di AnimalPedia)
Salve Marcella,
è molto strano che nonostante l'ottima dieta e le pastiglie continui ad avere problemi. La cosa migliore da fare è quella di rivolgersi a un veterinario gastroenterologo e farle fare analisi più approfondite per capire effettivamente qual è la causa.
Un saluto da AnimalPedia.
nicola
avevo un siberian husky, un bellissimo cucciolo di 6 mesi,mi aveva accompagnato parecchie volte a passeggiare in montagna. Venerdi 21/09/2018 mattina noto che Zar (nome) aveva un pò di diarrea e vomito e non aveva voglia di mangiare, chiamai immediatamente la veterinaria, eseguimmo una diretta addome ( negativa) e misurazione della temperatura( 40,3°), palpazione addome negativo. Somministrò antibiotico è continuai a casa con terapia probiotica e piccoli sorsi d'acqua. Sabato lo riportai a visita, stessa temperatura eseguimmo prelievo di sangue , unica piccola anomalia globuli bianchi al di sotto del normale. Si provò a mettere una flebo, zar era troppo agitato. lo portai a casa continuai con terapia probiotica e piccoli pasti liquidi. Domenica somministrai stessa terapia del giorno prima con tentativo di posizionargli una cannula, purtroppo nel tardi pomeriggio mi ha lasciato per sempre. Cosa è successo?
Lorena Bonioni (Autore/autrice di AnimalPedia)
Buonasera Nicola,
purtroppo non siamo in grado di dare una risposta, bisognerebbe fare l'autopsia per accertare le cause della morte. Ci dispiace molto per l'accaduto. Forse questo articolo potrebbe esserle utile in qualche modo: https://www.animalpedia.it/come-superare-la-morte-di-un-cane-1198.html
Un saluto da AnimalPedia
Sua valutazione:
Romana Negri
Ho avuto a che fare con ""questa terribile patologia"", ma la mia ""pseudo veterinaria"", non se ne è accorta !!!!. Non completamente, per la precisione, infatti, lo ha curato i primi giorni, poi, perchè sembrava migliorato, non ha pensato ad altro, ma dopo poco, il mio bimbo, è peggiorato, ha ripreso a vomitare, ad avere dissenteria, a non alimentarsi più, nè bere, nè mangiare. Apatia completa. Dopo circa una settimana, o più, è peggiorato, ma ""LEI, LA SCIENZA"", continuava a dire che si trattava di ""quell'ipotetico tumore, che LEI, aveva detto, ma MAI DIAGNOSTICATO. L'ho alimentato, finchè sono riuscita a farlo mangiare, con omogeneizzati, poi, non ha più voluto nemmeno quelli. L'8 Aprile c.a., dopo 6 ore di indicibili sofferenze, durante le quali, ha rigettato persino il sangue, mi ha lasciata. Non potevo veramente fare nulla, ero impotente in tutti i sensi materiali, senza denaro per chiamare un veterinario, senza benzina, era domenica, ""HO AVUTO TUTTO CONTRO"", compreso STA' STRONZA, che aveva spento il cell. il venerdì sera, e lo avrebbe riacceso il lunedì mattina. PRECISO CHE TALE PATOLOGIA L'HA CONTRATTA DA ALTRI CANI, IN UNA COSIDETTA PENSIONE PRIVATA, a CASA DI UNA RAGAZZA INCOSCIENTE e NON CORRETTA, che pur sapendo di poter fare ammalare altri cani, li tiene in un appartamento, quindi, senza AREAZIONE che possa togliere i VIRUS ESISTENTI, si fà pagare salato, ed in più, anche in nero. NON RIESCO A TOGLIERMI DALLA MENTE E DAGLI OCCHI, le SOFFERENZE DEL MIO BIMBO !!!!. Anche se era anziano, non c'entrava, anzi, avrebbe avuto ancor più diritto ad una morte degna e priva di dolore. P.S. Mi potreste dire se a VS. giudizio, potrei ""segnalare il caso, all'ORDINE DEI VETERINARI ??? GRAZIE. Romana Negri .
Lorena Bonioni (Autore/autrice di AnimalPedia)
Buongiorno Romana,
ci dispiace molto per l'accaduto. Sicuramente puoi segnalare il caso e capire se la dottoressa avrebbe potuto fare di più e, se così, prestare più attenzione la prossima volta che si troverà ad affrontare un caso di questo tipo. Nel frattempo forse potrebbe esserti utile questo articolo: https://www.animalpedia.it/come-superare-la-morte-di-un-cane-1198.html
Un caloroso abbraccio e un saluto da AnimalPedia.
Sua valutazione:
PATRIZIA GRASSO
Lola ha preso la gastroenterite e ha cominciato a stare male con vomito e diarrea rifiutando il cibo il 17 mattina. Portata subito in clinica e ricoverata per fare subito flebo antibiotico antiemetici. Aggiungo che aveva un tumore macchina in metastasi e il linfonodo ulico era diventato di 5 cm e stava perdendo. Era sotto cura chemio da Maggio. Ha fatto 4 giorni di clinica. Poi ho deciso di portarla a casa il 20. Il 21 mattina è collassata. Mi chiedo se potevo ancora fare qualcosa. Se ha sofferto. Noi eravamo con Lei perché ci ha svegliato e poi è andata in cuccia. Ha vomitato tanto liquidi e poi ha fatto un sonbalzo. Ci manca tanto. E avrei voluto fare di più. Mi chiedono e come fisiologicamente è collassata. Si è fermato il cuore.? Non ha mai perso coscienza.
Lorena Bonioni (Autore/autrice di AnimalPedia)
Ciao Patrizia,
purtroppo per accertare la causa esatta della morte bisognerebbe fare un'autopsia. Per la descrizione che hai riportato, siamo sicuri che hai fatto tutto il possibile. Inoltre Lola ha potuto stare fino all'ultimo con le persone che più le volevano bene. Questo articolo forse ti può essere utile: https://www.animalpedia.it/come-superare-la-morte-di-un-cane-1198.html
Un saluto e un abbraccio grande dallo staff di AnimalPedia.
Emilio
Ho preso 20 giorni fa un cucciolo di 3 mesi dal canile, sabato scorso ha cominciato con vomito e scariche di diarrea. Sembra proprio che sia gastrointerite da virus, è in terapia fa flebo tutto il giorno per idratarsi,puntura contro il vomito e puntura di antibiotico. Il cane è molto giù di morale e ha perso molto peso. Speriamo dia segni di miglioramento siamo terrorizzati.
Lorena Bonioni (Autore/autrice di AnimalPedia)
Ciao Emilio,
ci dispiace molto per il vostro cucciolo. Cercate di stargli vicino. Se hai tempo, tienici informati su come procedono le cose. Coraggio!
Un saluto da AnimalPedia.
Ivan
Oggi, ha mangiato il suo primo pasto sempre in clinica e poco dopo ha vomitato... Se non vomita tutto il giorno riprovano stasera, non è ancora fuoti pericolo ma sta dando foti segnali di miglioramento, finalmente.

La diagnosi è una grave infestazione da Ascaridi e una probabile gastroenterite batterica emorragica, parvovirus negativo.
Lorena Bonioni (Autore/autrice di AnimalPedia)
Ha cenato quindi ieri Brian? Si sa per quanti giorni ancora dovrà rimanere sorvegliato in clinica?

Chiedi consiglio anche al veterinario, ma se è appunto parvovirus è bene pulire a fondo la casa prima che il cucciolo torni a vivere con voi.
Ivan
No non è parvovirus, il test era negativo e non credo neanche sia cimurro dato che non ha ancora manifestato lo scolo nasale abbondante. Si pensa sia stata una combinazione di Ascaridi e gastroenterite batterica molto forte.

Ieri sera ha cenato e non ha vomitato, stamattina sto aspettando la telefonata dalla clinica dato che erano impegnati in un'altra emergenza. La prognosi è ancora riservata ma si pensa che se continua così, un paio di giorni e tornerà nella sua accogliente casetta.
Lorena Bonioni (Autore/autrice di AnimalPedia)
Che bella notizia! Mandaci una foto del cucciolo appena torna a casa :)
Ivan
Sta iniziando a reagire alla terapia, era strapieno di vermi e quell'idiota che lo ha vaccinato non ha controllato ne fatto nulla prima di vaccinarlo... Oggi finalmente non ha febbre e non vomita, ieri notte quando sono andato a trovarlo in clinica era spaventatissimo... stasera spero di vederlo un pò meglio... Non è ancora fuori pericolo ma inizia a stare meglio dopo giorni e giorni e giorni di agonia
Lorena Bonioni (Autore/autrice di AnimalPedia)
Speriamo anche noi che l'incontro di stasera vada meglio. Se riesci, ricordati di mostrarti calmo e di rassicurarlo perché il suo stato d'animo dipenderà anche dal tuo, dato che sei il suo unico punto di riferimento in questo momento. Vedrai che tutto andrà per il meglio. Se ne sei convinto tu, convincerai anche lui!

La gastroenterite nei cani - Cause, sintomi e cura
1 di 7
La gastroenterite nei cani - Cause, sintomi e cura

Torna su