Condividi

Fiori e piante velenose per cani

Di Giovanni Rizzo. 30 maggio 2018
Fiori e piante velenose per cani

Vedi schede di Cani

Se hai deciso di prendere un cane come animale domestico, devi sapere che hai una grande responsabilità perché sta a te garantire il suo benessere sia dal punto di vista fisico che psicologico, perché solo in questo modo si possono prevenire malattie e problemi comportamentali.

Tuttavia ci sono alcuni stimoli o fattori più difficili da controllare perché si trovano nell'ambiente in cui vive il cane e che possono rappresentare una minaccia silenziosa. In particolar modo facciamo riferimento a fiori e piante velenose per cani. In questo articolo di AnimalPedia abbiamo preparato un elenco completo per aiutarti a sapere quali sono in modo da tenerli fuori dalla sua portata ed evitare spiacevoli incidenti.

Potrebbe interessarti anche: Piante tossiche per i gatti

Elenco delle piante velenose per cani

Di seguito ti mostriamo quali sono le piante potenzialmente pericolose per i cani perché tossiche o velenose. Se ne hai qualcuna in casa dovrai darle a qualcuno oppure metterle in una stanza o in un posto a cui il cane non ha accesso.

  • Marijuana: sono stati svolti alcuni studi scientifici con i cani per valutare gli effetti della cannabis e usando la dose massima si è scoperto che questi animali possono restare privo di sensi anche fino 3 giorni, anche se in teoria non corre pericolo di morte. Tuttavia, se il cane la ingerisce, può soffrire di alterazioni del battito cardiaco, disorientamento, salivazione eccessiva e brividi. Se ti interessano invece gli effetti del fumo, consulta questo articolo: Il fumo passivo fa male agli animali?
  • Gigli: i gigli sono uno dei fiori più comuni che si possono trovare nelle nostre case, ma se hai un cane devi sapere che sono molto pericolose. Se ingeriti, infatti, possono causare mal di stomaco, brividi e letargia.
  • Cycas: è una pianta originaria del Giappone che ricorda le nostre palme e che si trova in molti giardini terrazze. È una delle piante velenose per cani perché se ingerita causerà problemi gastrointestinali, come vomito e diarrea, anche se può colpire altri organi vitali e causare la morte dell'animale poiché contiene un veleno pericoloso, la cicasina.
  • Narciso: il narciso è un fiore tossico per cani perché causa vomito, diarrea e salivazione eccessiva. Inoltre può avere conseguenze ancora più gravi perché può causare problemi cardiaci e convulsioni.
  • Azalea: l'azalea è un altro fiore tipico che si può trovare nelle nostre case e come nei caso precedenti causa vomito, diarrea, salivazione eccessiva, fino a letargia e addirittura morte.
  • Ricino: i semi di ricino causano irritano la bocca e la gola del cane che, di conseguenza, avrà moltissima sete. L'intossicazione da ricino può essere accompagnata anche da vomito e diarrea e, se è molto grave e avanzata, può far morire l'animale.
  • Strelitzia: si tratta di una pianta esotica originaria dell'Africa ma che è ormai comune come pianta ornamentale. Si trova nell'elenco delle piante velenose per cani perché causa vomito e diarrea.
  • Dieffenbachia: è un genere di piante ornamentali dentro casa e ha conseguenze sia esterne che interne nel cane. Sulla pelle causa irritazione, bolle e infiammazioni mentre se ingerita causa bruciore alla gola, infiammazione del tratto digerente, difficoltà a ingoiare, vomito e insufficienza respiratoria.
  • Agrifoglio e vischio: le bacche, i semi e le foglie delle tipiche piante natalizie sono tossiche per i cani e causano problemi gastrointestinali (vomito, diarrea e forte dolore addominale) ma possono indurre anche sonnolenza. L'intossicazione da vischio o agrifoglio può causare una disidratazione grave.
  • Ciclamino: questa piante contiene una sostanza chiamata ciclamina che agisce come un potente purgante, causando una forte diarrea accompagnata da vomito e dolore addominale. Se la dose ingerita è notevole, potrai notare anche convulsioni, insufficienza renale e paralisi.
  • Oleandro: tutte le parti che compongono l'oleandro sono altamente tossiche e possono causare problemi gastrointestinali, febbre, depressione del sistema nervoso centrale, alterazioni del battito cardiaco e può causare la morte per arresto cardiaco.
  • Amarillide: è una pianta velenosa per cani e causa problemi gastrointestinali con forte vomito, diarrea diarreas y dolor abdominal, también produce falta de coordinación, malestar general y trastornos cardíacos. Puede llegar a ocasionar la muerte del animal.
  • Stella di Natale: è un'altra delle tipiche piante natalizie e ha conseguenze topiche sulla pelle dell'animale, come dermatite da contatto, mentre internamente può causare salivazione eccessiva, diarrea, vomito, dolore addominale e irritazione delle mucose. Se non lo sapevi e l'hai tenuta dentro casa, attirando l'attenzione del tuo amico a 4 zampe, ti consigliamo di leggere il seguente articolo: Il cane ha mangiato la stella di Natale, cosa fare?
Fiori e piante velenose per cani - Elenco delle piante velenose per cani

Sintomi da avvelenamento da piante nel cane

Oltre a piante e fiori velenosi, il cane può entrare in contatto con altre sostanze pericolose, per cui è fondamentale saper riconoscere i tipici segni di intossicazione per poter agire prontamente e andare dal veterinario. I sintomi di un'intossicazione nel cane possono essere i seguenti:

  • Sofferenza per il dolore intenso
  • Vomito
  • Nausea
  • Brividi
  • Paralisi
  • Convulsioni
  • Delirio
  • Sangue dalla bocca
  • Mancamenti
  • Difficoltà a respirare

Cosa fare se il cane ha ingerito una pianta tossica?

Se il cane mostra i sintomi appena elencati e sospetti che abbia ingerito una delle piante velenose per cani presente nell'elenco, chiama il veterinario o porta il cane al pronto soccorso veterinario. Quest'ultima è l'opzione raccomandata, ma qualora non fosse possibile, ti consigliamo di seguire questi passi:

  • Identifica quale pianta può essere stata la responsabile dell'avvelenamento del cane: in questo modo sarà più facile sapere come soccorrerlo.
  • Chiama subito il veterinario e spiegagli la situazione e la pianta potenzialmente responsabile del problema. Il dotto re ti dirà cosa fare e che misure prendere, dato che tutto dipende dalla causa dell'intossicazione e da quanto è avanzata.
  • Appena possibile porta il cane dal veterinario e porta con te un campione delle pianta responsabile dell'intossicazione o avvelenamento del cane.
Fiori e piante velenose per cani - Cosa fare se il cane ha ingerito una pianta tossica?

Piante velenose per cani: come prevenire problemi

Ora che conosci quali sono le potenziali piante pericolose per i cani, per prevenire problemi eliminale dall'ambiente in cui vive il cane oppure mettile in una stanza dove lui non entra in modo che stia al sicuro anche quando lo lasci a casa da solo e non puoi tenerlo sotto controllo.

Se invece tieni spesso il cane in giardino, e in esso hai scoperto di avere piante tossiche per cani, le precauzioni devono essere estreme, sia perché molte di queste piante sono selvatiche e possono essere presenti a tua insaputa, sia perché non sempre potrai vedere cosa fa e dove va il cane.

Se desideri leggere altri articoli simili a Fiori e piante velenose per cani, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Cure extra.

Scrivi un commento su Fiori e piante velenose per cani

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?
1 commento
Gabriella
Ho appena acquistato un viburnum tinus x il terrazzo. Ho scoperto dopo che le bacche x umani sono tossiche. Il mio problema però è che ho tre cani. Da alvune parti è scrittoche è velenosa anche x loro..da altre parti no...come mi devo comportare?
Lorena Bonioni (Autore/autrice di AnimalPedia)
Buongiorno Gabriella,
poiché le bacche della pianta di cui parla sono velenose per l'uomo, con molta probabilità lo sono anche per i cani. Le consigliamo, se vuole essere davvero certa, di consultare un veterinario.
Un saluto da AnimalPedia!

Fiori e piante velenose per cani
1 di 3
Fiori e piante velenose per cani

Torna su